Visitare le Cinque Terre nonostante il Coronavirus

Beh, queste sono davvero settimane complicate e piuttosto stressanti per i viaggiatori di tutto il mondo. Ero in Svezia quando il Coronavirus è entrato nel nostro mondo e i n numeri sono impazziti in meno di un mese.

Abbiamo ricevuto alcuni messaggi dai nostri ospiti, chiedendo notizie e consigli sulla prossima venuta alle Cinque Terre e ho pensato fosse meglio scrivere alcune righe giusto per fare il punto in base ai dati ufficiali presentati stamane.

Secondo la virologa Ilaria Capua, il virus si è diffuso settimane, forse anche mesi fa, e abbiamo semplicemente vissuto con esso. La maggior parte delle persone non si rende nemmeno conto di averlo avuto, non avendo mostrato/mostrando alcun sintomo o quelli della comune influenza.

Dall’inizio della crisi della Cina, il sistema sanitario italiano ha iniziato a controllare i viaggiatori, misurando la febbre all’atterraggio negli aeroporti, e da quando i primi due turisti cinesi hanno mostrato sintomi due settimane fa a Roma (sono fuori pericolo ora), hanno iniziato con i tamponi su chiunque mostrasse sintomi e, in Lombardia, anche su alcune persone che non ne presentavano…

Con un totale di circa 9.000 tamponi, solo 374 persone sono state trovate potenzialmente infette e solo per 190 di loro è stato confermato il virus. Questo su oltre 60 milioni di abitanti. Dei 190 infetti, solo 73 sono effettivamente ricoverati in ospedale, perché ottuagenari e / o perché presentano altre patologie pregresse come problemi cardiovascolari, respiratori o di immunodeficienza (esattamente come accade con l’influenza per questi casi). Purtroppo 9 di loro sono morti, perché il virus ha aggravato profondamente la loro condizione.

Se sei in buona salute e, a differenza del nostro grande capo 😉 non sei ipocondriaco, ti invitiamo ad evitare di annullare il tuo viaggio o modificare i tuoi piani con troppo anticipo. Inoltre, secondo i virologi, sembra che, come influenza regolare, la crisi dovrebbe rientrale con l’arrivo della primavera.

Detto ciò, noi non siamo virologi specializzati in malattie infettive e ti invitiamo quindi a seguire siti specializzati e ufficiali come questi due: Italia.it e https://wwwnc.cdc.gov/travel/notices/alert/coronavirus-italy.

Cosa fare con la tua prenotazione all’Oasi?

Puoi cancellare gratuitamente e modificare date e tariffe fino a 2 giorni in anticipo per soggiorni previsti a marzo e fino a 5 giorni in anticipo durante il resto della stagione, quindi ti consigliamo di attendere fino all’ultimo minuto.

Nel caso in cui tu abbia già prenotato la nostra tariffa più economica, la prepagata non rimborsabile, se vuoi modificare i tuoi programmi di viaggio, scrivici e troveremo un accordo che ti consentirà di posticipare il soggiorno e di venire a trovarci e visitare la zona più avanti in questa stagione.

Per quanto riguarda i nostri standard di pulizia, abbiamo adottato l’igiene con ozono già tempo fa, quindi da questo punto di vista puoi stare tranquillo.

Siamo sempre a tua disposizione, anche quando in vacanza come adesso. Non esitare a contattarci!

Non vediamo l’ora di darti il benvenuto, come sempre.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Secure Booking - Best Exclusive Rate

Arrival

Departure

Coupon